venerdì 5 agosto 2016

Se vai in vacanza proteggi la tua piscina

Ciao,
se anche tu come tanti miei clienti stai per andare in ferie (beato te, io resto come sempre in ufficio) ti posso dare un consiglio che tanti miei clienti/amici utilizzano.

Forse non sai che il telo chiamato "invernale" per la piscina è a tutti gli effetti un telo 4stagioni ed è utilizzabile sempre.

Visto che la posa del telo può’ rubare tempo, installa questo tipo di copertura solo se vai via per più di una settimana.

Ti basterà lasciare acceso l’impianto almeno 5 ore al gg e fare una piccola superclorazione prima di andare via.



Se non hai ancora il telo di copertura per la tua piscina, ti ricordo che noi li produciamo e li realizziamo su misura in sole 48ore, oppure se la tua piscina è standard puoi risparmiare con i teli standard pubblicati online per piscina “4x8” ”5x10 “6x12” e “7x14”.
Ovviamente i nostri teli invernali sono realizzati secondo i migliori standard di produzione e solo NOI diamo 5 ANNI di garanzia.

Di Zavatti come sempre ti puoi fidare, quindi in caso di dubbi puoi contattarmi al
334 1491755 anche su Whatsapp iMessage e ricorda...ho tutto quello che serve alla tua piscina!!!
Ciao, alla prossima,
Danny Zavatti

venerdì 29 luglio 2016

Robot piscina, consigli per l'acquisto e la manutenzione

Ciao,
un valido aiuto, potremmo dire indispensabile, nella manutenzione della vostra piscina è il Robot Pulitore.

Il mercato per questo prodotto propone diverse soluzioni. Diverse misure di lunghezza del cavo, per soddisfare esigenze di diverse misure di piscina, e due tipi di spazzole, Kanebo ( per rivestimenti in ceramica o mosaico) o plastica ( per rivestimenti in PVC).

Diverse sono anche le offerte relative al materiale filtrante posto al loro interno. Sacchetti in cotone (lavabili anche in lavatrice), cartucce o filtri retati in materiale plastico. Per quello che riguarda il cavo di alimentazione alcuni modelli propongono lo “Swivel”, particolare snodo posto sul cavo stesso che ne impedisce l’attorcigliamento durante le fasi di lavoro del pulitore.

Alcuni modelli sono dotati di luci, più che altro una soluzione di design, che possono aiutare a “trovare” il robot durante le fasi di pulizia notturna. Quasi tutti i modelli sono poi provvisti di pratico carrello su cui riporre il pulitore, il trasformatore ed il cavo. In questo modo si avrà tutto ordinato in un solo punto e lo si potrà riporre ove si vuole senza problemi.

Dato che la tecnologia ha fatto passi da gigante, anche i pulitori per piscina beneficiano di questo. Gli ultimi modelli hanno infatti la possibilità di essere comandati tramite app dal proprio smartphone. Esatto!!! Potete usare il vostro telefono come un telecomando e guidare il pulitore dove volete voi.

Esistono inoltre Robot pulitori di varie forme e colori per soddisfare anche le esigenze di estetica. Andiamo ora ad analizzare alcuni consigli utili per l’utilizzo e il “prolungamento” della vita dei vostri pulitori. Oltre alla soluzione dei problemi più comuni che si possono presentare.

Consigli utili
Nuova Linea Pulitori Dolphin


- Quando si inserisce il pulitore in acqua si deve avere cura di “annegarlo”. Ovvero far uscire tutta l’aria e farlo adagiare sul fondo.
- Se il pulitore è dotato di spazzole per ceramica aver cura di impregnarle di acqua in tutta la loro lunghezza.
- Inserire il pulitore all’interno della piscina posizionandolo in un angolo della stessa.
- Se il pulitore si dovesse fermare dentro alla buca tuffi, è necessario , prima della successiva accensione, estrarlo e farlo partire nella parte a fondo costante della piscina
- Per estrarre il pulitore dall’acqua usare l’apposito gancio, ove presente, oppure aiutarsi con l’asta aspira-fango. Evitate di tirarlo per il cavo!!!
- Una volta estratto il pulitore deve essere posizionato sul suo carrello. Se ne è sprovvisto va girato sotto sopra. Cioè con le spazzole verso l’alto. Questo per evitare che la sosta fuori dall’acqua le possa rovinare.
- Il pulitore e il trasformatore devono sostare all’ombra, sopratutto nei mesi di grande caldo e sole.
- I valori dell’acqua di piscina devono essere “di balneabilità”. No pulitore durante il trattamento shock.
- Temperatura di utilizzo. Deve essere compresa tra 12/34 °C. Molto importante per evitare problemi di trazione ed eventuali formazioni di condensa all’interno del motore

Pulitore con problemi, soluzioni più comuni

Il pulitore si ribalta spesso.
Controllate il cavo. Potrebbe essere troppo teso.Allungare il cavo in acqua. Oppure potrebbe essere necessario sostituire i galleggianti. Ove presenti.

Il pulitore segnala “sacchetto pieno” anche se non lo è.
Controllare il sacchetto filtrante, le sua trama potrebbe essere ostruita, dal calcare o da sporco che non si riesce ad eliminare. Sostituire il sacchetto.

Il pulitore si ferma spesso prima della normale fine del suo ciclo.
Controllare il sacchetto o le cartucce filtranti. Fate una prova senza materiale filtrante. Controllate il trasformatore.

Il pulitore non sale su per le pareti.
Verificate la posizione del manico. Pareti troppo viscide per la presenza di alghe. Temperatura dell’acqua troppo bassa. Sistemare il manico/timone in modo che possa salire, eliminare manualmente le alghe, aspettare che la temperatura sia idonea.

Il pulitore “non gira” ( problema riscontrato di solito in quei robot che fanno solo il fondo).
Verificare la presenza di entrambi i galleggianti, eventualmente toglierne uno.

Insomma il pulitore è un valido aiuto, in piscine private medio grandi ( 5×10 o superiori) è quasi indispensabile, ed è bene avere alcuni piccoli accorgimenti per “allungarne il suo ciclo di vita”.

Ti lascio un codice sconto del 5% da utilizzare sul mio sito www.zavattishop.com e ti ricordo che siamo sempre aperti e consegnamo in 24/48 ore anche in agosto.
Il codice è ROBOT

Ti aspetto nel mio showroom a Poggio Rusco (Mn) per toccare con mano oltre 50 modelli oppure, come sempre, puoi contattarmi al 334 1491755 anche su Whatsapp iMessage.

Ciao, alla prossima,
Danny Zavatti

lunedì 25 luglio 2016

30 gradi in piscina

Ciao,
finalmente è arrivato il tanto atteso caldo e come ogni cosa ha suoi aspetti positivi, ma anche qualche effetto negativo. Negli ultimi giorni, mi sono trovato spesso al telefono con clienti che lamentano un basso valore di cloro in piscina, pur mantenendo sempre le pastiglie multifunzione TABLOK SUPER . Questo è normale in queste settimane visto che l’acqua della piscina supera abbondantemente i 30 gradi. Bisogna correre ai ripari prima di ritrovarsi con l’acqua non balneabile.

Di seguito ti lascio qualche utile consiglio. Ogni settimana versare in piscina:

ALGASTOP almeno 1 lt ogni 100mc

DIKLOR SUPER 1 kg ogni 100mc

Ricordati di controllare ciclicamente il ph e di mantenerlo tra 7.2 e 7.6, come già ti ho scritto la scorsa volta.
Il PH stabilizzato è fondamentale per la buona resa dell’azione disinfettante del cloro o delle pastiglie.

Ti lascio un codice sconto del 5% da utilizzare sul mio nuovo sito www.zavattishop.com e ti ricordo che siamo sempre aperti e consegnamo in 24/48 ore anche in agosto.
Il codice è CHIMICO5

Se hai dei dubbi come sempre puoi contattarmi al
334 1491755 anche su Whatsapp iMessage e ricorda...ho tutto quello che serve alla tua piscina!!!

mercoledì 6 luglio 2016

La pulizia del prefiltro della pompa

Ciao,
spesso può succedere che in stagione, anche dopo un controlavaggio come già ti ho spiegato nella scorsa mail, la pressione del filtro non arriva a regime standard (0,4/0,6 bar) e te ne accorgi perché non vedi dalle bocchette uscire acqua in modo energico. In questi casi è necessario controllare il prefiltro posto in prossimità della pompa di aspirazione della piscina.

Il prefiltro si intasa di macro sporco (insetti ,foglie, pelucchi) ed ovviamente può frenare, fino quasi ad azzerare, la filtrazione della piscina con conseguente intorpidimento dell’acqua. E’ bene effettuare questo controllo almeno ogni 15 gg. Di seguito ti allego anche qualche foto step by step per assicurami che tu faccia l’operazione in modo corretto.

Impianto in impostazione originale di filtrazione con tutte le valvole aperte.



Chiudi la valvola che immette acqua nella pompa.

Chiusura valvola attaccata alla pompa


Metti la valvola selettrice nella posizione di chiusura per bloccare il circuito dell’acqua ed evitare che torni nella pompa.

Valvola in posizione di chiusura


Pulisci il cestello presente nella pompa.

Pulizia del cestello del prefiltro


Dopo aver richiuso il coperchio della pompa , devi rimettere tutto in impostazione originale, aprendo la valvola davanti alla pompa e riposizionando la valvola selettrice nella posizione 1 FILTRAZIONE.

Ritorno alle impostazioni iniziali dell'impianto


Se hai dei dubbi come sempre puoi contattarmi al 334 1491755 anche su Whatsapp iMessage

Ti ricordo che per avere sempre la tua piscina al top come pulizia è necessario avere un robot piscina. Con il mio amico Stefano ho realizzato un nuovo sito con la possibilità di consultare un vero esperto on line rispondendo direttamente alle semplici domande riferite alla tua piscina. Vai su robotpiscina.it e scopri quale pulitore è adatto alla tua vasca. Spero ti piaccia!!!
Ciao, alla prossima,
Danny Zavatti